domenica 1 dicembre 2013

Pillole di gaudio #5

Quando un cliente paga ed esce alle otto in punto, e ti accorgi che dentro non c'è nessun altro, e quindi per una volta potrai chiudere in orario.

Quando subito dopo che hai detto a un cliente "quelle sono le agende Moleskine, quelli invece i taccuini", lui annuisce, e non ti chiede che differenza c'è fra un'agenda e un taccuino.

Quando mentre gli stai facendo un pacchetto regalo il cliente si guarda intorno o controlla il cellulare, invece di starti col fiato sul collo controllando ogni minimo movimento che fai, quasi che da quel pacchetto dipenda la sua vita.


(Tutte le pillole di gaudio.)

7 commenti:

  1. e non ti dice, appena hai finito di mettere il fiocco al pacchetto regalo 'me l'ha coperto il prezzo, vero?'

    RispondiElimina
  2. "Quando subito dopo che hai detto a un cliente "quelle sono le agende Moleskine, quelli invece i taccuini", lui annuisce, e non ti chiede che differenza c'è fra un'agenda e un taccuino"

    Questa l'hai inventata: in natura non esiste un cliente del genere :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefano hai detto benissimo: "esiste". Ne esiste *uno*, uno solo nel mondo :-) Felice per te che tu lo abbia incontrato, ti chiedo solo la carità di capire che, a meno che non si stia parlando di un Santo che vaga di libreria in libreria, di regione in regione, nessun altro mai potrà togliersi la soddisfazione che hai provato ;-)

      Elimina
  3. Si' pero' io Odio chi non perde tempo ad incartare i regali :D

    RispondiElimina
  4. Che differenza c'è tra un agenda giornaliera e una settimanale?
    Esistono!

    RispondiElimina
  5. Ahah ne terrò presente la prossima volta che chiederò un regalo (non che solitamente stia lì a fissare, tutt'altro). :)

    RispondiElimina