martedì 26 febbraio 2013

Almeno i libri li ha rimessi a posto

(La cliente sta maneggiando libri di cucina da dieci minuti buoni.)

Io: "Le serve aiuto?"

Cliente: "Oh, no, ho finito." (Prende il telefono e lo punta contro uno dei libri.) "Posso, vero?"

Io: "Ehm, prego."

Cliente: "Grazie." (Fa la foto.) "Perdonami eh, ma non è colpa mia se proprio oggi che volevo fare la crema di nocciole, a casa non mi funziona internet."

25 commenti:

  1. Sono perfino teneri nella loro ingenua maleducazione :-D

    RispondiElimina

  2. Ma chiedere a un'amica invece che scroccare in libreria? O magari usare il computer con accesso a internet della libreria?

    Adri

    RispondiElimina
  3. Ma in bibblioteca non se ne trovano di libri di cucina?

    RispondiElimina
  4. risposta che avrei dato io: "Prego, si figuri. Il libro costa 12 euro, vuole un sacchettino?"

    RispondiElimina
  5. nn è possibile....
    come siamo messi male, ma male male male!
    :(

    RispondiElimina
  6. E sì, non è colpa sua se non gli funziona internet.
    Devi averne tanta di pazienza se non hai ancora commesso dei reati di fronte a tanta faccia tosta...

    RispondiElimina
  7. Però episodi come questo devono farci riflettere sul futuro dei libri e, soprattutto, delle librerie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece penso che si debba riflettere sulla percezione che ha la gente della libreria.
      La signora sa cos'è una libreria e a cosa serve?

      Elimina
  8. Tutti ligissimi al dovere, educatissimi e pure un poco professoroni, a quanto vedo nei commenti...Complimentoni !

    RispondiElimina
  9. In realtà lei è stata parecchio tenera, secondo me.
    Purtroppo la verità è che, nonostante abbia fatto una cosa ineducata, i libri di cucina ultimamente costano davvero troppo. E così la gente è costretta a ricorrere a certi espedienti, senza neanche comprendere che quel testo è lì per essere comprato, non per essere fotografato.
    Possibilmente ha pensato che non valeva la pena comprare un libro per una sola ricetta. E' sbagliato, senz'altro, ma stavolta lo vedrei come un errore in "buona" fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per consultare i libri senza comprarli esistono le biblioteche, non ci vuole molto! per me andare in una libreria e fotografare un libro è da ignoranti e da maleducati.

      Elimina
  10. ... prendo spunto dall'ultimo commento letto per dire che no, tenerezza proprio no.
    Una persona che fa una foto - magari pure con l'i.phone - ad un libro perché vuole una ricetta e internet non va... possibile che debbano essere sempre i libri la prima cosa se salta se c'è di mezzo la crisi?
    Buona giornata.

    Ps.
    complimenti, Stefano. Gran bell'angolino :)

    RispondiElimina
  11. Sto decidendo se questo siparietto batta o no il seguente, avvenuto qualche anno fa nella mia libreria: sciura tutta acchittata che si siede ad una delle poltroncine a disposizione dei clienti e, squadernandola rumorosamente, si mette a copiare su un taccuino gli indirizzi da una guida Lonely Planet. Al mio sguardo muto, attonito ed anche un po' incazzato, mi risponde che ha speso già fin troppo per il viaggio, andandosene poi, seccata e non acquirente, lasciando fuori posto, ed irrimediabilmente segnata sul dorso, la guida.
    Della Polinesia Francese.
    P.S. Complimenti Stefano, ti leggo ogni giorno
    Fiorella

    RispondiElimina
  12. Ops, la fretta...la tipa squadernò la guida Lonely Planet, non la poltroncina come si dedurebbe dal mio commento precedente...

    Fiorella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, con le guide ne succedono di cose..

      Elimina
  13. Una fotografia ?? Ma la gente è proprio cafona...cambiare ricetta invece no ?

    RispondiElimina
  14. io le avrei sbattuto la testa sugli scaffali.Con forza.Ma visto che non si può,le avrei fatto presente che sta commettendo un reato,ed io non posso essere sua complice.Punto.

    RispondiElimina