venerdì 24 febbraio 2012

The water

«Is it safe over there? Can you drink the water in Sicily?!»

(Fine di un'email ricevuta da un cliente americano, letta di sguincio mentre lo aiutavo a digitare la chiocciola.)

45 commenti:

  1. It's in the water, baby.

    Vero è che ci sono stati casi di tracce di sostanze tossiche in alcuni acquedotti...

    RispondiElimina
  2. Ok, magari in questo caso la domanda era posta come la porremmo noi per qualcuno che va in India o Africa... però sono anni che vedo i miei parenti siciliani (Trapani) approvvigionarsi alle fontane cittadine (prima) o caricarsi di confezioni su confezioni d'acqua minerale (poi)... con quella del rubinetto fra un po' hanno delle remore anche ad annaffiarci le piante, ma nessuno si è mai preso la briga di farsela analizzare.

    RispondiElimina
  3. una mia amica siciliana mi chiese se a bologna si mangiava la pizza e una australiana se in italia esiste la lavatrice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verrebbe da chiederlo a me ad un australiano se ce l'hanno la lavatrice laggiù! :)

      Elimina
  4. luridi terroni afroitalioti, fate schifo, oramai vi riconoscono dappertutto esattamente per quello che siete vale a dire delle merde.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi verrebbe da dirti solo vergognati, ma sarebbe alquanto riduttivo nei confronti di un essere (non ti definisco neanche persona) come te.

      Ah, da Siciliana che sono (si, con la S maiuscola) ti dico anche: Vatinn' a far 'nculu!

      Elimina
    2. Jenny .. io queste reazioni non le capisco.

      Lo schifo ovviamente é riferito ai terroni in generale, e se vuoi piu' nello specifico ai siculi visto che sono in una ipotetica lista il punto piu' basso della civilizzazione italica. ( A parte il fatto che la siculia per lungo tempo e' stata anche parte del regno ottomano ed era dominata dai musulmani .. ma lasciamo perdere ).

      Mica ho detto .. Jenny mi fa schifo? No.

      Quindi perche' te la prendi personalmente.. sai benissimo anche tu che la realta' nuda e' cruda e' che il 99.9% dei terroni é gente di merda.. tu magari rienti nello 0.01% .. non é possibile dirlo senza valutare la natura del tuo carattere. Quindi perche' hai di quelle uscite rabbiose ? Hai la coda di paglia per caso ?

      Elimina
    3. Jenny, ma lascialo perdere... uno che scrive "perchè" e "realtà" con l'apostrofo invece che con l'accento cosa ne può sapere di civilizzazione?
      peraltro si è firmato con il nome di un comico ;-)

      Elimina
    4. Auryn.. non fare il pirla.. trattasi di banale problema di tastiera...

      Hai mai visto il "Colbert Report" ? Te lo consiglio :)

      Elimina
    5. E permettimi se io non capisco l'atteggiamento tuo!
      E permettimi ancora di dirti che sei un controsenso assurdo, dato che tu stesso dici sia "il 99.9% dei terroni é gente di merda" sia "tu magari rientri nello 0.01% ... NON E' POSSIBILE DIRLO SENZA VALUTARE IL TUO CARATTERE"
      Si vede che allora conosci tutto il 99.9% o che, nella più probabile delle ipotesi, parli per dar aria alle tonsille.
      Se vuoi te la spiego la mia reazione: mi stanno sulle balle le persone che parlano per luoghi comuni e si costruiscono un intera filosofia di pensiero dietro queste.
      Potrei benissimo dire che voi polentoni vi sentite tutti un cazzo e mezzo, che siete freddi e blàblàblà, ma ritenendomi una persona sotto certi aspetti intelligente non lo faccio.

      Ora adios, asta la vista, bon voyage, abbi una vita felice e peace&love.

      Elimina
    6. Stephen Colbert, la stessa tastiera che ti fa scrivere prima "e'" (voce del verbo essere) con l'apostrofo e la riga dopo con l'accento? è per caso posseduta da un demone che distribuisce accenti e apostrofi a casaccio e che tu non puoi controllare? in questo caso, portala da un esorcista, perchè ti sta facendo sembrare uno che non ha nemmeno la licenza elementare :-)
      mi sa che la figura del "pirla" (altro vocabolo che utilizzi e che denota la scarsa eleganza del tuo pensiero) non la faccio io ;-)

      Jenny, come puoi pensare che Stephen Colbert sia polentone? è evidentemente meridionale, altrimenti come potrebbe mai conoscere il 99,9% dei meridionali? ;-) infatti, l'idea che si permetta di offendere milioni di persone senza nemmeno conoscerle è troppo assurda, non trovi? vorrebbe dire che è un idiota, ma noi che siamo gente civile potremmo mai pensare questo di lui? :-D
      PS beata te che vivi in Sicilia, l'ho vista solo una volta, quest'estate: Catania... un gioiello davvero!

      Elimina
    7. Auryn .. ma lo vedi che sei un pirla senza speranza.

      La tastiera internazionale da cui scrivo non ha gli accenti tonici che usate voi italioti per "crearli" dal nulla debbo usare combinazioni di tasti e siccome la cosa richiede una perdita di tempo, spesso e volentieri non li uso o li sostituisco con l'apostrofo.

      La cosa ti sarebbe chiara, caro Auryn, se tu non fossi la capra che sei (detto con simpatia) visto che ti non ti sei accorto del fatto che l'accento che raramente uso sulla "e" verbo e' comunque quello sbagliato .. difatti se vai a rileggere il mio commento precedente puoi vedere da te che ho uso (quando lo uso) l'accento acuto .. che sulla "e" verbo naturalmente e' sbagliato perche' invece va usato l'accento grave.

      Ti basta come spiegazione ?

      Ad ogni buon conto, visto che a differenza tua non porto rancore per nessuno .. ti regalo un bel po' di vocali con segni diacritici che abbondano sulla mia tastiera ( e che invece mancano sulla tua tastiera terronica ).. tie' godi anche tu piccolo frocetto.

      ÄÄÄääääåååÅÅÅÅööÖÖÖÖööö

      Ad esempio posso scrivere con facilita'

      Büönäserå

      :)

      Elimina
    8. Caro Colbert.. hai notato che 99,9 + 0,01 non fa 100 bensì 99,91?

      In ogni caso il sud sarà pure pieno di problemi, ma nella maggior parte dei casi ho conosciuto delle bravissime persone originarie di quelle zone. Sono stato fortunato io oppure hai solo poco intelligentemente fatto di tutta l'erba un fascio?

      Stefano P.

      Elimina
    9. Si hai ragione anonimo, solitamente quando digito non bado molto a rileggere prima di inviare. Ad ogni buon conto non faccio mica di tutta l'erba un fascio come dici tu, ma solo della maggior parte di essa.

      La minoranza sparuta delle persone perbene e di buona volonta' che pur "sopravvivono" in tutto quel marasma terronico rimane appunto una minoranza a cui va tutto il mio rispetto .. agli altri invece calci sui denti.

      Se poi invece tu sei di quelli che ritiene che i delinquenti, i fancazzisti, gli incivili, etc... debbano essere "tutelati" sotto l'ombrello generale e misericordioso della cortesia e mettere tutti sullo stesso piano .. i terroni incivili che costituiscono la maggioranza ed i meridionali onesti che invece costituiscono la minoranza.... fai pure.

      Salutoni

      Elimina
    10. Don't feed the troll u.u

      Elimina
  5. Stefano, dopo le uscite indecenti di Stephen Colbert, valuterei seriamente la possibilità di moderare i commenti :-(

    sul post: ricordo di aver letto da adolescente che Luke Perry (Dylam di Beverly Hills) venne in Italia con uno zaino pieno di bottiglie d'acqua per lo stesso timore :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque Auryn .. mi spiace per te.. ma devi sapere che i miei commenti frizzanti, arguti e simpatici fanno schizzare in alto l'indice degli accessi al blog .. ed il mio amico Stefano che é persona intelligente e molto in gamba questo lo sa benissimo.. ed é per questa ragione che mi lascia libero di commentare tranquillamente.

      Salutoni :)

      Elimina
    2. non dispiacerti, e tieni pure lontani i tuoi commenti "frizzanti, arguti e simpatici" (qualcuno che non sei tu li ha mai definiti così?) dal mio blog: non mi interessa "far schizzare in alto l'indice degli accessi al blog", preferisco poche visite, ma di qualità. danke.

      Elimina
  6. Ma no, dài, "luridi terroni afroitalioti" è bellissima!

    (Lascio tutto, si commenta da solo..)

    s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Stefano !

      Come volevasi dimostrare, la classe non é acqua .. :)

      Elimina
  7. Siamo in piena 'truthiness', eh? Ma ci era arrivato prima Cèline ... io comunque estenderei il discorso a tutto il popolo italiano: 'sto branco di calabraghe voltagabbana, puttanieri e catto-comunisti, cabibbi biascicasarde o polentoni coi fendinebbia, cortigiani nella testa e servi della gleba nel cuore, vigliacchi e traditori, solo buoni a rubare col catenaccio e le tangenti, tronfiamente ignoranti e subdolamente levantini, untuosi baciapile e stupratori di papi. Naturalmente, esclusi i presenti.

    RispondiElimina
  8. "Scusate, non era l'apprendista libraio, qua?"

    g.

    RispondiElimina
  9. Ma perché nutrite i troll? xD
    ... Almeno, spero si tratti di troll... sennò è abbastanza triste.
    A parte questo, LOL.

    RispondiElimina
  10. I Troll (o Trold) sono definite 'creature ruvide, irsute e rozze, dotate di grosso naso (evidente la caratterizzazione di stampo spregiativo e antisemita, n.d.r) e coda dal folto pelo, con solo quattro dita per zampa ... ve ne sarebbero almeno di due categorie: giganteschi e maligni, simili a orchi, e di dimensioni umane e natura benvola. Si racconta che rubassero i neonati alle famiglie mettendo al loro posto nella culla un loro cucciolo o un altro bimbo rapito ...': tutte fandonie! In realtà così venivano giustificate le malformazioni dei figli, e si coprivano oscuri segreti famigliari. Contro questi e molti altri infami pregiudizi da oggi combatte la costituenda 'Truthiness Trolls' Civil & Moral Rights Association', pronta tramite la propria agguerrita squadra di avvocati (rigorosamente non troll per evitare conflitti d'interesse)a citare in giudizio chiunque ancora pronunzi frasi o compia atti lesivi alla dignità e alla sensibilità dei suoi protetti. "Esci dalla grotta: oggi la tua preda, divorala in tribunale!" - (presto on line il sito web dell'associazione, non si trattano cause relative a gnomi, elfi, fate, etc. che dovranno pertanto rivolgersi alle istituzioni di riferimento, con la possibile eccezione degli orchi da valutare sul caso specifico)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto di cappello a Jona .. lasciatelo dire tu sei un genio della creativita'...

      :)

      Elimina
  11. Stephen, per non sentirmi escluso, qualcosa sui sardi la vuoi dire?

    D.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah .. sui sardi non posso dire nulla di male. Quelli che ho conosciuto, non molti per la verita´ erano persone abbastanza capaci e dedite al lavoro. Ho conosciuto personalmente anche Renato Soru che mi ha favorevolmente impressionato. Forse l'unica nota e' una certa mentalita' che potremmo definire "isolana" nel senso dell'isolamento insulare rispetto alla terra ferma.

      :)

      Elimina
  12. E sulla guyana francese, non si dice nulla?

    RispondiElimina
  13. Mi spiace cari amichetti terroni .. nessuna notizia su abruzzi, molise, calabria saudita .. e nemmeno sulla guyana francese.. vi tocca prenderlo su per il culo questa volta. Magari al prossimo giro avrete maggior fortuna :)

    RispondiElimina
  14. La Guyana Francese! Quanti ricordi ... eravamo io, Papillon e Degas internati sull'Isola del Diavolo ai lavori forzati per una brutta storia di truffa ai danni di un troll ... mi pare che ci fosse anche un abruzzese, il quale convinse uno dei secondini, suo conterraneo, a lasciarci organizzare in cortile la festa di sant'Antonio Abate giurandogli che per l'occasione sarebbe intervenuto il noto gruppo folk de 'I Gufi'. Durante il rogo dei focaroni si scatenò un incendio nella colonia penale e noi quattro ne approfittammo per scappare insieme a Franco e Ciccio, Ugo Tognazzi, Walter Chiari e un tizio di Carmagnola che se ne andava solo perché nella Guyana Francese i peperoni non venivano su bene come dalle sue parti. Purtroppo l'unica nave disponibile era la Costa Concordia di un certo Schettino, ma bisognava prima darci una mano a disincagliarla e con quel caldo belluino non era proprio cosa ... eravamo sul punto di tornare indietro, quando sentimmo un colpo di clacson: era 'Il Mattatore', lo yacht di Vittorio Gassman! Ci caricò tutti e potemmo tornare a casa, anche se durante la recita integrale de 'La Divina Commedia' Degas e Walter preferirono gettarsi in mare e proseguire a nuoto. Eeeeh, beata gioventù!

    RispondiElimina
  15. e il tavoliere della merda ?
    .. dove lo mettiamo il tavoliere della merda ?

    RispondiElimina
  16. hmm .... il tavoliere della merda ..
    va su per il culo (terronicamente parlando) ovviamente :)

    RispondiElimina
  17. e la calabria saudita ?

    RispondiElimina
  18. calabria saudita... stessa solfa ..
    merda allo stato puro .. ça va sans dire :)

    RispondiElimina
  19. ah stè, te prego, fai smettere questi insulti squallidi...il festival della noia, aiuto, ridateci il pensiero meridiano...

    RispondiElimina
  20. Che mancanza di fantasia ... vabbé che non possiamo avere tutti l'estro vernacolare di Cyrano de Bergerac ma di fronte a codesta scontata coprolalia per giganteggiare basta il mio amico Mimmo, calabro purosangue trapiantato al Nord che ogni inverno si autodefinisce un 'terron glacé' ... e al fin della licenza, lui non perdona e tocca! Altra classe, ça va sans dire ...

    RispondiElimina
  21. Ragazzi, bisogna darne atto a Jona ...
    dite quello che volete .. ma "terron glacé"
    e' veramente degno di un genio della penna.

    Bravo !

    RispondiElimina
  22. Non l'ho mica capita.

    Il mondo "occidentale" (E l'Italia) è pieno di posti in cui l'acqua dal rubinetto non è potabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma in Italia se bevi l'acqua corrente non rischi la dissenteria, come succede purtroppo in molti altri paesi..

      s

      Elimina
  23. Eh cari "terroni"... "Don't feed the troll"!

    RispondiElimina
  24. Gli americani, intesi come statunitensi, hanno generalmente un'idea molto molto vaga, approssimativa ed estremamente supponente del mondo fuori dai confini degli USA... praticamente per loro il 90% del mondo è abitato da popoli fermi al medioevo.. molti immaginano l'Italia con pochissime automobili (forse appannaggio di alti dignitari) e la gente che gira con gli asinelli e senza scarpe

    RispondiElimina
  25. Non è una domanda del tutto sbagliata. Non mi sognerei mai di bere l'acqua del rubinetto di Pisa D:

    RispondiElimina