lunedì 20 febbraio 2012

La penna

(La cliente ha appena pagato con la carta di credito. Estraggo lo scontrino e lo poggio sul bancone.)

Io: "Una firma in fondo, per favore. Ecco la penna."

Cliente (fa per prenderla, ma all'ultimo momento ritrae la mano): "Ehm."

Io: "..."

Cliente: "Mi scusi, ma..."

Io: "Sì?"

Cliente: "Non è di quelle penne che danno la scossa, vero?"

15 commenti:

  1. E'colpa della psicosi da Carnevale!!!

    RispondiElimina
  2. Eri vestito al clown mentre glie la porgevi?

    RispondiElimina
  3. ajajaj ho capito ma la gente non sta bene! ahahahahha

    RispondiElimina
  4. "No, costano troppo: questa è di quelle che spruzzano acido" (da dire con faccia serissima)

    RispondiElimina
  5. che siete spiritosi in questa libreria!! fate pure gli scherzi? ;)

    RispondiElimina
  6. secondo me la signora faceva il palo!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, è quello che ho pensato anch'io, ma il negozio era vuoto..

      s

      Elimina
  7. Ma dai!... non ci posso credere... dimmi che te lo sei inventato, per favore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene: "me lo sono inventato".

      (Però è successo veramente. Oh, era Carnevale...)

      s

      Elimina
  8. non oso immaginare cosa succeda in quelle libreria per il primo d'aprile...

    RispondiElimina
  9. Anche secondo me te lo sei inventato di sana pianta..

    RispondiElimina
  10. Stile: "Si signora, siccome non ho proprio nulla di meglio da fare che perder tempo con lei e le sue fantasie da mente malata, ho deciso di rifilarle una penna che da la scossa, giusto per perder tempo appresso a lei. Solo che, purtroppo, non ho pensato di cercarne una con una scossa da millemila volt, giusto per fonderle quell'ultimo neurone rimasto in testa."

    Okay, mi sa che io mi immedesimo troppo nelle faccende affaccendate altrui.

    RispondiElimina
  11. a Carnevale ogni scherzo vale, anche quello della penna che dà la scossa :-)

    RispondiElimina