mercoledì 6 aprile 2011

L'agendina

Cliente: "Avete L'agendina e l'arco? Ad Agrigento non si riesce a trovarlo."

Io: "Agendina a l'arco... No, mi disp-"

Cliente: "La gendina. La, spazio, gendina."

Io: "Controllo... Neanche esiste un libro del genere."

Cliente: "Ma se ce l'ha un mio amico! Vuoi che ti dico com'è scritto?"

Io: "Ok."

Cliente: "Dunque, gendina. 'G' di Como, 'e' di Empoli, 'n' di Napoli."

Io: "..."

Cliente: "'D' di Torino."

10 commenti:

  1. 'I' di imbecille, 'N' di non-so-parlare, 'A' di analfabeta. E insomma, possibile che non la trovi, dico io? Per di più voi, voi librai, voi c'avete IL COMPUTER. Quindi potete trovare tutto. Forza, forza, muoversi a cercare!

    RispondiElimina
  2. Istintivamente ho pensato a La Russa. :D

    RispondiElimina
  3. ma poi cosa cercava scusa?

    Chiara

    RispondiElimina
  4. ahahahaha!!! per piacere!!!

    RispondiElimina
  5. Chiara: "La centina e l'arco". Centina, comunque, ha l'accento sulla "e", non sulla "i".

    s

    RispondiElimina
  6. Quelli di Agrigento parlano così! Scambiano D e T e G e T è più forte di loro!
    A.

    RispondiElimina
  7. Pardon ...G e C !
    A.

    RispondiElimina
  8. stavo ridendo forte, a "D di Torino" sono collassata :D

    RispondiElimina
  9. ahahah bellissimo! anch'io me lo sono immaginato che parlasse come Ignazio La Russa :D

    RispondiElimina
  10. E' un blog bellissimo, complimenti! Mi hai fatto ridere veramente tanto. Questa, poi, è la mia preferita! Veramente divertente!
    Vieni a trovarmi sul mio blog per colorare i commenti con la tua simpatia!

    Giacomo
    http://ultimafila22.wordpress.com/

    RispondiElimina