venerdì 8 maggio 2015

Una notte ho sognato che queste cose non succedevano più

Cliente: "Buongiorno, cercavo Una notte ho sognato che parlavi, per favore."

Io: "Vediamo se c'è... No, mi dispiace, al momento non ce l'abbiamo."

Cliente: "Guardi, si sbaglia, sono sicura che esiste."

Io: "Il libro? Sì, certo che esiste."

Cliente: "Ah, e non me lo può dare?"

Io: "Ehm, glielo posso ordinare. Perché dentro non ce l'abb.."

Cliente: "Aspetti, aspetti, non ci sto capendo niente. Il libro esiste o no?"

Io: "Sssì. È in commercio."

Cliente: "Benissimo. Però lei non me lo può dare perché...?"

Io: "Perché non ce l'abbiamo."

Cliente: "Ma in che senso, scusi?! Come fate a non avere un libro che è in commercio?"

-------

Messinesi! Stasera alle 19:00 presenterò Bastaddi a Messina: alle 19:00, alla libreria Colapesce (via Mario Giurba, 8). Facciamo che ci si vede lì.

9 commenti:

  1. Forse pensa che abbiate un tubo tipo posta pneumatica collegato direttamente con le case editrici...

    RispondiElimina
  2. se inventano il teletrasporto di oggetti è la prima cosa di cui fornirò la mia libreria!!! O_o

    RispondiElimina
  3. "ordinare" e "essere in commercio" sono concetti troppo astrusi per noi gente della strada, parla come mangi! :)

    RispondiElimina
  4. Hera
    forse non riesce a distinguere i due concetti.

    RispondiElimina
  5. un po' come i calzini spaiati: esiste l'altro calzino, solo che al momento non è presente, bisogna fare (l') ordine!

    RispondiElimina
  6. Non sapete più che inventare voi librai per metter in difficoltà la fame di conoscenza dei poveri clienti

    RispondiElimina
  7. ma una bella capocciata tra i denti ogni tanto... ci starebbe benissimo.

    RispondiElimina
  8. Aaah che brutta cosa la gente.

    RispondiElimina