giovedì 16 gennaio 2014

Dài

Cliente: "Avete l'ultimo di quella scrittrice... Mannaggia, ora come ora non mi viene. Dài, è una giallista. Ha un nome che pare, tipo, un mobile Ikea."

Io: "..."

Cliente: "..."

Io: "..."

Cliente: "..."

Io: "..."

Cliente: "..."

Io: "Läckberg?"

Cliente: "Bravissimo!"

13 commenti:

  1. Spettacolo, certo è assurdo che pretendano che tu capisca cosa intendano, però è simpatica la frase del/la cliente con il nome che sembra quello di un mobile Ikea. Io sceglievo il nome dei personaggi di Dungeon and Dragons (gioco di ruolo) proprio dal catalogo Ikea! :-D

    RispondiElimina
  2. Non fa una piega, eh. La richiesta del cliente, dico.

    RispondiElimina
  3. in effetti non ha tutti i torti.... ahahaha

    RispondiElimina
  4. Capita... A me i nomi scelti da Tolkien sembrano di medicine... Un Aragorn 3 volte al dì lontano dai pasti...
    Carla

    RispondiElimina
  5. AHAHAHAHAHAHAHAHAH genio, lui e tu

    RispondiElimina
  6. Ciao! Ti leggo sempre, anche se silenziosamente... Vorrei avvisarti che ti ho nominato per il Shine on Award. A presto!

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. E' fuori tema, ma anche a te fa inc*** quando ti chiedono i libri della Casati ModiGLIani?
    E

    RispondiElimina
  9. HAHHAHAHHA
    peccato che non sei su wordpress!!

    RispondiElimina