martedì 10 gennaio 2012

Signora Franca, cliente da incubo: per cinque euro


Tutti i post sulla Signora Franca - CDI.

14 commenti:

  1. Effettivamente però chiedere questi soldi in acconto non è una cosa molto bella. È mancanza di fiducia nel cliente, e molte librerie non lo chiedono. Anche le piccole.

    RispondiElimina
  2. Già, io non lo chiedo mai e non immagini quanta gente non viene a ritirare gli ordini (anche se mi lasciano nome e numero di telefono). Non sarà una cosa bella da fare, però non posso nemmeno rimetterci io...

    Melu

    RispondiElimina
  3. necessità di assumersi le proprie responsabilità ...

    RispondiElimina
  4. Se devo scegliere fra loro che ci restano male a lasciare un acconto, e noi che ci restiamo male perché un libro invendibile rimane su uno scaffale per anni, scelgo la prima.

    s

    RispondiElimina
  5. è la prima volta che sento di un acconto quando si ordina un libro... ma davvero poi la gente non passa a ritirare?? :-(

    RispondiElimina
  6. ImpiegataSclerata10 gennaio 2012 16:38

    Non è la prima volta che sento parlare di richieste di un acconto quando si ordina roba e non è la prima volta che sento parlare di clienti che si volatilizzano, anche quando hanno dato l'acconto.

    RispondiElimina
  7. Io non mi offendo quando mi viene chiesto l'acconto: lo trovo giusto. Funziona così nel commercio (a meno che non ci sia un rapporto di amicizia o di eccezionale fiducia tra negoziante e cliente), non vedo perché le librerie dovrebbero fare eccezione.
    Persino in farmacia viene chiesto l'acconto quando si ordinano farmaci che la mutua non passa. Troppo spesso capita che la gente entri in un posto, ordini, e poi vada in altri negozi e se trova il prodotto che stava cercando lo prende, senza tener conto dell'ordine fatto nel precedente negozio. Lasciare l'acconto dovrebbe servire a ridurre questo comportamento.

    RispondiElimina
  8. Alessandra la collega10 gennaio 2012 21:37

    Anche a me capita di chiedere l'acconto e che la gente si offenda. Ma sapete quanti libri non vengono ritirati? Libri vendibili e purtroppo libri invendibili, come dice il nostro Stefano, libri che devi ordinare direttamente, pagare in anticipo... Io che conosco il sistema non mi offendo se in altri negozi mi chiedono l'acconto, anzi! E' come offendersi se ti chiedono la carta d'identità quando paghi con la carta di credito. E' ovvio che non è una cosa personale. E vogliamo parlare di quando passo le banconote nel rilevatore? Mica penso che tu abbia una tipografia in cantina, dai su!

    RispondiElimina
  9. Mi sembra giusto dare l'acconto quando l'ordine lo fa una persona che comunque non conosci. Nella libreria dove andavo, prima che chiudesse, si andava sulla fiducia, sapevano che sarei tornata.
    In ogni caso ...non so come sia dalla parte del libraio, quanta gente entri al giorno, ma ho avuto una brutta esperienza con una libreria universitaria: ero stata accusata di aver ordinato tre libri e non essere più passata a prenderli. Là quando ordinavi ti registravano con nome, cognome, numero di telefono etc. Probabilmente c'era stato confusione col mio nome (3 persone con stesso nome), ed erano stati addebitati a me. Ora io avevo spiegato gentilmente che c'era stato un errore, quei libri non c'entravano nulla con me, ma la libraia fu irremovibile: secondo lei avevo ordinato, non avevo lasciato l'acconto con la promessa di tornare il giorno dopo, e non ero più tornata. Alla fine lei non voleva ordinare nulla a nome mio, e ha detto che si sarebbe ricordata di me, quindi di non tornare più a meno che non pagassi quei libri. Non ci sono più andata.
    Poi ho saputo che anche altri erano stati 'bannati' dalla libreria per la stessa storia...

    RispondiElimina
  10. io solitamente insisto x lasciare un acconto al mio libraio... penso "così si impegnerà di più nella ricerca del mio tomo introvabile" :D

    RispondiElimina
  11. Anche a me chiedere l'acconto sembra abbastanza normale, non ci vedo niente di strano, è semplicemente un modo che il commerciante ha per tutelarsi.

    Adri

    RispondiElimina
  12. Ma davvero ci sono librerie in cui viene chiesto l'acconto?
    Io ho sempre ordinato senza dare nulla in anticipo.

    RispondiElimina
  13. Noi non lo chiediamo, ma mi sa che siamo stupidi...troppa gente non ritira e non si rende di quanto costi alla libreria, soprattutto piccola....
    Se è per questo, ci sono quelli che ti fanno fare la confezione regalo per farti "spendere soldi" visto che tu non gli ha potuto (per loro, voluto) fare lo sconto :(
    Angela

    RispondiElimina
  14. every.fucking.time.

    -ma come l'acconto? non l'avete mai chiesto
    -sì signora, lo chiediamo sempre, è la procedura standard per ordinare i libri di scuola
    -ma gli altri anni non lo chiedevate
    -mi sembra strano
    -sì, sono sicura, non me l'avete mai chiesto
    -signora lavoro qui da cinque anni e da cinque anni mi ripete che l'anno scorso non lo chiedevamo l'acconto...

    non so come ho fatto a non ucciderne qualcuno in quei 5 anni che ho lavorato lì dentro

    RispondiElimina