lunedì 28 novembre 2011

Lo spread

Clicca per ingrandire

Tutti i grafici.

11 commenti:

  1. ciao!
    non ti seguo da molto, ma trovo fantastici i tuoi post!

    RispondiElimina
  2. Che coincidenza: è lo stesso grafico che vale per noi traduttori editoriali!

    RispondiElimina
  3. Voi avete uno stipendio?! E com'è? cosa si prova? Il mio è sceso mesi fa a comprare le sigarette e non è più tornato a casa...ma la speranza è l'ultima a morire(buon per lei). Avrei dovuto fare il cantante rap, o almeno il calciatore, così adesso starei a firmare copie dei 'miei' libri fregandomene dello spread (anzi, ignorando cosa sia) e lamentandomi di quanto in Italia sia difficile campare (infatti avrei la residenza a Montecarlo). Eeeeh, se rinasco...

    RispondiElimina
  4. Ovviamente figuriamoci se le due curve vanno insieme...

    RispondiElimina
  5. ahahahahahahahah tremendamente vero...

    RispondiElimina
  6. Mi ci rivedo.
    A quel "prezzo dei libri" aggiungerei "prezzo di ogni cosa"

    RispondiElimina
  7. In effetti ha ragione Giovy, a "prezzo dei libri", si può tranquillamente sostituire "prezzo di ogni cosa".
    In Italia solo lo stipendio dei parlamentari continua a salire.
    Questo governo "tecnico" ha dichiarato che verranno eliminati i privilegi relativi alle pensioni dei parlamentari... sì... ma... dalla prossima legislatura. Dalla prossima, eh. Sempre a partire dalla prossima.
    Però le tasse e le pensioni dei comuni mortali quelle le toccano subito.
    Perdonate lo sfogo fuori tema. Ma non appena ho visto il grafico, mi è scappata la mano. ;-)
    Comunque è vergognoso quanto costino oggi i libri. I più cari sono quelli Einaudi. Spesso anche pieni di refusi.
    Anni fa io facevo delle vere e proprie spedizioni di acquisti libri, ne portavo a caso quindici, venti per volta. Ora già è tanto se posso permettermene un paio al mese.
    Non va bene. Ci vogliono portar via anche il piacere della lettura.
    Protestiamo tutti: libri meno cari, stipendi dei librai più alti, visto che svolgono uno dei lavori, per me, più belli al mondo. :-)

    RispondiElimina
  8. E' che vedete sempre il bicchiere mezzo vuoto.
    Guardate il lato positivo: almeno qualcosa di costante nella vita c'è... e non è il prezzo della vita. ^____^

    RispondiElimina
  9. Molte persone dicono la stessa cosa in modi diversi:
    http://bit.ly/tDNttt

    RispondiElimina
  10. Che i libri aumentino è una certezza, come pure che tu prendi un po' poco però. Visto che le due curve partono dallo stesso punto suppongo che il tuo stipendio equivale al prezzo di un libro, quando costava poco. Ah ah

    RispondiElimina