sabato 5 novembre 2011

Un classico: le ultime tre cifre

Io: "Bene, se mi lascia il suo numero di telefono, quando arriverà il libro l'avvertiremo."

Cliente: "Ok. Il numero è: tre, quattro, nove."

Io: "Sì?"

Cliente: "Cinque, sette."

Io: "Sì?"

Cliente: "Sei, tre."

Io: "Sì?"

Cliente: "Mmmh, mmmh, mhinque."

Io: "Come?"

Cliente: "Allora. Tre, quattro, nove."

Io: "Ok."

Cliente: "Cinque, sette. Sei, tre."

Io: "A-ha."

Cliente: "Mmmh, mmmh, mhinque."

Io: "Mi scusi... Cinque, sette. Sei, tre. E poi?"

Cliente (sospira): "Dunque: tre, quattro, nove."

Io: "Sì?"

(E via così in loop per cinque minuti.)

9 commenti:

  1. Aahah tipo le bollette di telecom!

    RispondiElimina
  2. Oddio!! *_*
    Ma come fai a sopravvivere??

    RispondiElimina
  3. Io gli avrei detto:
    "Bene, se arriva il libro la chiameremo al
    3495763mm mm mminque, Buona giornata"

    A volte i clienti sono solo una perdita di tempo.

    RispondiElimina
  4. Oh madonna.... stenterei a credere sull'esistenza di persone del genere, ma ogni giorno ne vedo così tante che potrei scriverci un libro.

    E.

    RispondiElimina
  5. Alla fine avete fatto anche la prova dello squillo per esser certi della correttezza del numero? :)

    RispondiElimina
  6. Non è che ti stava davvero prendendo in giro, no?

    RispondiElimina
  7. Ti facevo più scaltro, io avrei passato un fogliettino su cui far scrivere il numero al cliente pseudodislessico!

    RispondiElimina
  8. Sì ma se poi scrive un cinque che sembra un otto o un quattro che sembra un sette siamo sempre lì. Sono sempre più convinta della mia diffidenza nei confronti dei telefoni. Affiancata da quella sui clienti delle librerie, ormai.

    RispondiElimina
  9. Io sono talmente idiota da non aver ancora imparato il mio numero dopo oltre 3 anni che ho cambiato sim............ però cavolo, porto un memo nel portafogli XD

    RispondiElimina