venerdì 2 settembre 2011

I clienti delle 19:59

Clicca per ingrandire

Tutti i grafici.

14 commenti:

  1. ehehehe! dipende dai clienti, certe volte spegnere l'aria condizionata non funziona!^^

    RispondiElimina
  2. ahahaha, io non so se coglierei certe sottigliezze, mi sa che uscirei solo con l'ultima xD

    RispondiElimina
  3. Uh, l'ultima no, è il sistema più spiccio per guadagnarsi un'occhiataccia del tipo "ma non hai proprio voglia di far niente, non ti pagano forse per stare qui due minuti in più?" Ma anche no...

    RispondiElimina
  4. Questo fine settimana sono ad Alghero. Pensa che qua ci son negozi, tra cui anche librerie, che rimangono aperte, ogni giorno (e sottolineo ogni giorno), fino a mezzanotte.
    Vedi un po' tu se spegnere l'aria condizionata o meno.

    RispondiElimina
  5. Nell'ultimo bar dove ho lavorato per pagarmi l'università verso mezzanotte seguivamo uno stretto protocollo, adibito a predisporre una facile chiusura del locale.
    Era un meccanismo ben oliato, affinato nel tempo per trarre il maggior risultato con lo sforzo minore.
    Il primo passo era cambiare il canale della radio diffusa nel locale, spostandolo su un'oscuro emittente che selezionava solo il peggio della musica italiana degli anni cinquanta - sessanta - settanta.
    Questo faceva desistere i giovani, ma non gli anziani e le famiglie.
    Il secondo passo era ovvio, spegnere le luci esterne. Ma apparentemente non tutti riescono a dedurre delle conseguenza causali al verificarsi di un dato avvenimento ovvio nel suo significato semiotico.
    Il terzo era dunque per i più resistenti, e consisteva nel mandar fuori "Il tenero Gigione". Costui era un ragazzone alto all'incirca due metri, con un ventre prominente che non riusciva assolutamente ad esser contenuto dalla divisa d'ordinanza del locale, completamente pelato e dallo sguardo arcigno nonostante l'indole buona invisibile a un osservatore esterno. Portava con se un aroma di sigaretta inconfondibile, con un raggio d'azione di diverse file di tavoli. Il suo arrivo era preannunciato dal totale spegnimento della musica, e il suo compito era quello di abbassare la serranda che separa la zona esterna del locale da quella interna facendo uso di un lungo bastone di legno munito di gancio: in sostanza simile a quello di un potenziale assassino da film horror.
    Era un successone.

    RispondiElimina
  6. (domando scusa per qualche evidente errore di cui mi sono accorto solo dopo, ho qualche ora di sonno arretrata)

    RispondiElimina
  7. Anch'io voglio un tenero Gigione!

    s

    RispondiElimina
  8. Io per i più resistenti puntavo presuntuosamente con finto sorriso,e nel caso in cui i tali risultassero de coccio,ma coccio buono eh,facevo pulizie varie fino a 2cm dai loro cari piedini.
    e cmq con alcuni funziona solo il "ehm scusate stiamo chiudendo.."

    RispondiElimina
  9. L'aria condizionata su di me funzionerebbe senza dubbio, però corri il rischio che qualcuno pensi che ne siete sprovvisti sempre e non venga più in libreria fino all'autunno!

    RispondiElimina
  10. Non avendo l'aria condizionata in libreria, ma solo quattro (quasi)inutili ventilatori attaccati al soffitto e uno fisso a terra ... iniziando a spegnerli la gente inizia a sciogliersi, trascinandosi verso l'uscita..
    Capita a volte che perfino dopo mezzanotte, dopo che ho spento le ventole, dopo aver fatto tintinnare le chiavi in mano, dopo aver starnutito, sbadigliato, segnalato che l'orario di chiusura è passato da un'ora..mi ritrovo all'una di notte passata a consigliare libri sull'amore a perfetti sconosciuti indecisi. Capita, no?
    Simona Alaska Fish

    RispondiElimina
  11. In genere non giro per negozi verso l'ora di chiusura.. ma se capita, entro solo ed esclusivamente se ho da prendere una cosa al volo U_U

    RispondiElimina
  12. 'Signora si spengono le casse, le luci, si bloccano le porte e ci lasciano chiusi dentro...con l'allarme acceso. Veda un pò lei, magari è il caso che torni domani, per essere sicuri di non passare la notte in magazzino.'

    A volte basta uno sguardo assassino (certi clienti me lo hanno detto 'lei ha lo sguardo assassino').

    D.

    RispondiElimina