sabato 18 febbraio 2017

Tre articoli da leggere nel fine settimana

Il circolo vizioso dell'editoria libraria – Dove Antonio Tombolini spiega il funzionamento (a tratti paradossale) dell'editoria italiana. Se vi siete sempre chiesti, Perché in Italia si pubblicano così tanti libri? Chi ci guadagna, alla fine, in un mercato apparentemente in perdita?, qui trovate le risposte.

Di librerie e patatine fritte fredde – Dove l'ex libraia Giulia Marsilio spiega, tra le altre cose, perché non dovreste mai chiedere lo sconto in libreria. E anche perché, se si è stati librai una volta, lo si resta per tutta la vita. (Sono d'accordo con lei: pur essendo ormai un ex libraio, quando entro in qualsiasi libreria il mio primo istinto è ancora quello di mettere in ordine, raddrizzare le coste, riempire i buchi sugli scaffali.)

Da dove vengono i loghi delle case editrici italiane – Perché il simbolo della Einaudi è uno struzzo, quello di Guanda una fenice e quello di E/O una cicogna? Articolo vecchio di un anno, ma sempre attuale.

2 commenti:

  1. Bellissimi articoli e ti ringrazio per averli segnalati. Ma mi sfugge una cosa, quando sei diventato un ex libraio? Io ero convinta tu lo fossi ancora.

    RispondiElimina
  2. Da un pezzo, ormai. Più di un anno..

    RispondiElimina