venerdì 25 novembre 2016

Libri credibili

CLIENTE: "Salve, mi consiglia un bel libro, per favore?"

LIBRAIO: "Certo. Ha già in mente un genere?"

CLIENTE: "No, ma dev'essere un libro credibile, mi raccomando."

LIBRAIO: "Ehm, credibile?"

CLIENTE: "Sì, ha presente… Tipo Il signore degli anelli."


(Grazie a Enzo.)

5 commenti:

  1. Hera
    Rimango perolessa su cosa intendesse per "credibile": vuole che la persona creda che sia un buon romanzo, o vuole che sia un romanzo vicino alla realtà? Perchè se è la seconda allora ha sbagliato titolo.

    RispondiElimina
  2. Se giá il cliente ha "Il signore degli anelli" come idea di credibile, allora sarebbe da consigliargli Harry Potter :D

    RispondiElimina
  3. Forse intendeva dire "con una certa coerenza interna e uno sviluppo verosimile rimanendo all'interno dei confini dell'ambientazione". Ma è comunque strano XD

    RispondiElimina
  4. No vabbé dai, ha senso.
    Intendeva qualcosa la cui sospensione dell'incredulità non venisse martoriata da continue contraddizioni.

    RispondiElimina