domenica 24 maggio 2015

Promessi sposi

Cliente: "Avete I promessi sposi?"

Io: "Sì...Eccolo."

Cliente: "Grazie." (Poi, sfogliandolo:) "Aspetta, aspetta... Non ce l'avete con il testo a fronte? Questo qui è soltanto in italiano..."

10 commenti:

  1. No vabbè... non ci credo. :-p

    RispondiElimina
  2. Sarei genuinamente curioso di sapere che lingua si aspettava. S'è scoperto? (Questo/a cliente è italiano/a, giusto?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo pensasse che I promessi sposi sia stato scritto in volgare..

      Elimina
  3. Hera
    dai, questa passa...

    RispondiElimina
  4. Mi chiedo se Manzoni ne avesse scritto una versione in dialetto lombardo.

    RispondiElimina
  5. Uno che sa cosa vuol dire "testo a fronte" non può non sapere l'altra cosa più ovvia :-/

    RispondiElimina
  6. Le cose son due, o non sapeva cos'è il testo a fronte, o non sapeva che è in italiano e basta... non so quale sia la possibilità più auspicabile xD

    RispondiElimina
  7. Per chi lo chiedeva sì, la prima versione dei promessi sposi (con titolo diverso) era stata scritta in quello che era decisamente più un dialetto lombardo che l'italiano che conosciamo noi. Poi però manzoni fece il risaputo "risciacquo dei panni nell'arno" ovvero cambiò il testo utilizzando molti più termini toscani/fiorentini.

    RispondiElimina
  8. L'unica spiegazione plausibile è che cercasse la versione comprensiva del Fermo e Lucia, ma a voler essere pignoli non si può propriamente parlare di testo a fronte...

    RispondiElimina