venerdì 10 gennaio 2014

La piccola libreria degli orrori

Nei primi mesi da apprendista libraio ero talmente esasperato, che per calmarmi mi ero messo a scrivere alcune scene di un film horror ambientato in una libreria. Eccone una (clicca per ingrandire):



Tutte le scene sono raccolte qui.

14 commenti:

  1. Bello!
    Ma non mi hai detto quanto pago...

    RispondiElimina
  2. io invece immagino sempre un omicidio nel mio luogo di lavoro (biblioteca)

    RispondiElimina
  3. Bellissimo. Direi di lanciare una raccorda di fondi per far partire il progetto e presentarlo al Sundance.
    Mi offro come comparsa, aggartisss

    RispondiElimina
  4. Hei! No, aspetta! Quanto pag*zwieeeeeee*...

    RispondiElimina
  5. Crowdfunding?
    Propongo la tagline: "Clerks" incontra "Non aprite quella porta".

    RispondiElimina
  6. a scuola devo imbastire uno spettacolo teatrale. se ti rubo l'idea e le battute, è grave? cambio i nomi dei personaggi, giuro!

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai, ruba pure! A patto che a ogni occasione utile citi la fonte :)

      Elimina
    2. quello sarebbe il minimo!

      Elimina
  7. Questa scena superlativa è quella che immagino sempre anch'io - fedelissima alla mia motosega - quando la gente bizzarra inciampa sulle mie croste.
    Grande Stefano

    RispondiElimina
  8. :-D
    Mi fa venire in mente American Psycho... capolavoro di Bret Eston Ellis

    RispondiElimina
  9. Bella! Però sega elettrica e motore a scoppio non vanno d'accordo....

    RispondiElimina