venerdì 29 marzo 2013

Concordo



(Clicca per ingrandire.)

Fonte.

49 commenti:

  1. Manca un passaggio cruciale: sulla quindicina, Moccia o la Meyers!

    RispondiElimina
  2. o che donne frequentate voialtri??!

    RispondiElimina
  3. "Ti assicuro che ha tutte le carte per essere una buona donatrice: non fuma, non beve, non legge Stephenie Meyer"

    RispondiElimina
  4. Come se l'accozzaglia di luoghi comuni di No Logo fosse lettura di spessore.
    Ma andate a spazzare il mare, andate...

    RispondiElimina
  5. Sopravvaluti le trentenni...

    RispondiElimina
  6. concordi?
    come libraio, nel senso che vendi quelle cose alle donne di quelle età, o come uomo, nel senso che pensi davvero che l'evoluzione intellettuale di una donna sia in quei termini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel senso che conosco donne che hanno avuto un'evoluzione simile.

      Elimina
    2. Nel senso che conosco donne che hanno avuto un'evoluzione simile.

      Elimina
  7. Ma tu pensa, fino ad ora mi stavi simpatico... L'apprendista misogino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Primo, la vignetta non l'ho mica disegnata io. Secondo, non è colpa mia se statisticamente i gusti di molte clienti donne crollano con l'aumentare dell'età.

      Elimina
    2. La vignetta non l'hai disegnata tu però concordi. La statistica immagino l'abbia fatta l'istat... Visto che non lavoro in una libreria potresti allora delucidarmi con dei dati demografici sui lettori di Fabio Volo. Mi dispiace che il mio primo commento sul blog sia una critica, e non sono una troll intenzionata ad attaccar briga. Mi scoccia semplicemente perche sono sempre i prodotti scadenti indirizzati alle donne a essere ridicolizzati cosi ferocemente, quando esistono dei prodotti altrettanto scadenti indirizzati al pubblico maschile, che vengono degnati appena di un'occhiata.

      Elimina
    3. In un video precedente un uomo viene preso in giro perché legge libri di Fabio Volo...
      Cara Elena, prima di sparare accuse di misoginia e fare la precisina della funcia (cit. antro atomico del dottor Manhattan) con dati istat generalizzati sappi che ciò che dice l'apprendista è vero. Lavoro in una libreria e le sfumature di grigio è vendutissimo fra le trentenni e le quarantenni. Sempre in sicilia, eh...

      Elimina
    4. http://apprendistalibraio.blogspot.it/2013/02/the-pills-fabio-volo.html

      Così faccio il PdF pure io, visto che anche il sottoscritto è antrista.

      Come libraio, ovviamente perché chi fa questo lavoro sa le cose, chi non lo fa s'incazza, concordo con Stefano che concorda con l'autore della vignetta, dati alla mano, anche se non quelli dell'istat...

      Che dire dei maschi? A braccio azzarderei a 20 anni "Il diario del Che in Bolivia", a 30 Camilleri e a 40 Cussler.

      Chiuso con la solita mia sorpresa sulla totale mancanza di autoironia di troppe persone.

      Elimina
    5. Tipica femminista, spalano merda sugli uomini 24 ore al giorno, ma noi non possiamo fare una battutina altrimenti siamo "misogini". LOL

      Elimina
  8. Punta sul vivo, Elena Del?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso parlare per Elena che non conosco, ma io non ho letto 50 sfumature di salcazzo né ho intenzione di farlo, eppure - sconcertante! - penso che il suo ragionamento non faccia una piega. Viviamo in una società in cui una cosa che piace alle donne è molto più facilmente declassata a frivola e culturalmente "bassa" del suo equivalente maschile. E' la logica secondo cui un personaggio come James Bond (un agglomerato di fantasie maschili per ammissione dello stesso Fleming, nel caso ci fosse bisogno dello spiegone) è un personaggio di culto, ma il suo equivalente femminile, se esistesse, verrebbe bollato come "mary sue" e pessima letteratura.

      (Nota a margine: non ho esperienza di vendita al dettaglio in libreria ma ho lavorato per un anno in una biblioteca comunale. E nella mia esperienza, molte donne leggeranno pure robaccia, ma molti uomini semplicemente non leggono.)

      Elimina
    2. Mi hai tolto le parole di bocca!

      Elimina
  9. E' il continuo parlare con i mariti che fa fare quella evoluzione alle donne ...

    RispondiElimina
  10. E fatevi una risata, non è misogeno, è divertente.

    RispondiElimina
  11. mi stupirebbe la misoginia da parte dell'apprendista libraio, però stavolta un po' se l'è cercata...

    ad ogni modo, lasciatelo stare, è un brav'uomo!

    RispondiElimina
  12. Ahahahaha volevo esprimere del dissenso, ma dopo aver letto gli altri commenti ti grazio, dai xD
    Comunque via, con tutta l'adeguata mancanza di rispetto per le 50sfumature... dai, quello è il porno. Forse lo stupore c'è proprio per il fatto che alla fine è nato il porno per donne. O per il suo inaspettato successo, chissà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esisteva già qualcosa prima di questo, tra una sparatoria e un'indagine, in alcuni libri di urban fantasy.
      Sarebbe stato meglio se 50 sfumature di grigio, con i suoi cliché e le sue sconcerie, non fosse mai esistito. Anche se, definirle tali, mi sembra quasi una bestemmia alla "nobile arte di fare sesso"...

      Elimina
  13. Allora sono una miracolata, ho superato i 40 da un pezzo e non mi sono data al porno femminile o maschile. Bah, stavolta non ci siamo, caro il mio apprendista. Oddio, alla fine potresti aver ragione, non possono crollare i gusti di chi non li ha mai avuti.

    RispondiElimina
  14. E' la logica secondo cui un personaggio come James Bond (un agglomerato di fantasie maschili per ammissione dello stesso Fleming, nel caso ci fosse bisogno dello spiegone) è un personaggio di culto, ma il suo equivalente femminile, se esistesse, verrebbe bollato come "mary sue" e pessima letteratura.

    Eh, questo è proprio vero. La striscia, comunque, fa ridere perché sono buffi i disegni, soprattutto il sorrisone dell'ultima donnina!

    RispondiElimina
  15. ehm, ma magari è il rango degli scrittori ad essersi evoluto in peggio, visto che si è spalancato anche alla spazzatura più becera e oggi abbiamo le peggio stronzate disponibili sugli scaffali delle librerie? (senza contare i tormentoni-cagate al cinema, in tv, ecc.)

    RispondiElimina
  16. Evvabbè, un sorriso, via! E come siete pesanti in ogni minuto della vostra vita, censori di 'sto piffero. Ma una risata, una celia, una botta di autoironia, no, mai? Che c'è di strano a leggere contemporaneamente esercizi di cronaca di consolo e 50 sfumature di azzurrino? A essere sempre uguali a sé stessi c'è da annoiarsi, no?
    E l'apprendista può scherzare quanto vuole (a parte che un po' di ragione ce l'ha) ecchecacchio!

    RispondiElimina
  17. Mammma mia, certo che ce n'è di donne complessate

    RispondiElimina
  18. Esattamente la mia evoluzione (o involuzione, ovviamente), solo che No logo e la Woolf non mi hanno mai interessato. Semplicemente adesso ho talmente poco tempo per leggere che mi sono buttata sui romances, che almeno sono sicura di divertirmi e di avere un lieto fine. Le sfumature ancora non l'ho letto solo perché in biblioteca è sempre fuori, sia in inglese che in francese (vivo in Francia) e non mi va di farmelo scaricare dal mio scaricatore ufficiale.

    RispondiElimina
  19. Allora, non vorrei fare la precisina della fungia ma:
    1 mi pare che il doc scriva precisino della funGia e non funcia (giuro, non potevo trattenermi dal fare la spelling nazi);
    2 l'idea del video era chiaramente "i libri di Fabio Volo fanno ca****" e non "i gusti degli uomini fanno ca****"; l'idea che sta dietro a questa vignetta invece non è "i libri di E L James fanno schifo", ma "i gusti delle donne fanno schifo (o per lo meno degenerano con l'età)";
    3 parliamo dell'ironia, e di quando ci si può aspettare autoironia dagli altri. L'ironia diretta verso un gruppo che non è discriminato è divertente. Esempio: "Oh ma leggi Fabio Volo? Ma che fai sul serio?!" I lettori di Fabio Volo non sono effettivamente discriminati, fa ridere, ahah!
    Altro esempio, ma con un gruppo che storicamente è stato discriminato: "Oh ma 'sti siciliani allora leggono solo libri di me*** " (posso dedurre da quello che scrivono Xan e l'apprendista libraio).
    Ora, non è più fastidioso che io abbia preso in causa i siciliani (fastidioso, non vieato)? Forse perche l'idea si lega allo stereotipo (sbagliato) dei siciliani ignoranti che c'è qua al nord e che ha effettivamente portato a una discriminazione. O forse questi siciliani sono solo complessati.
    Detto questo, io non penso veramente che il libraio o chi ha disegnato la vignetta sia un porco sciovinista che urla alle donne della sua vita "vai a farmi un panino!". Volevo solo avere una conversazione riguardo a una tendenza che trovo fastidiosa e che ha esposto anche poggy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vogliamo parlare di autoironia? Giusto un (1) post fa, mi sono collocato come ligure...e indovina un po', dando ragione a una ligure che concordava con un post di cui si parlava del caratteraccio dei liguri. Mi sono fatto una risata.

      http://www.youtube.com/watch?v=orOH8OlaZz8

      Anche qui mi sono fatto una risata. Si chiama autoironia. Non è che i liguri sono tutti stron**, è che, beh, siamo fatti così :-)

      In quanto al resto, scusa la brevità,è dura "avere una conversazione" se una vignetta umoristica - vignetta umoristica - da il la a una frase come: "Viviamo in una società in cui una cosa che piace alle donne è molto più facilmente declassata a frivola e culturalmente "bassa" del suo equivalente maschile". Che è probabilmente e tristemente vero, ma qui non siamo su "Società oggi", ma sull'"Apprendista Libraio": "E' la logica secondo cui un personaggio come James Bond (un agglomerato di fantasie maschili per ammissione dello stesso Fleming, nel caso ci fosse bisogno dello spiegone) è un personaggio di culto": tanto piacere, come libraio, quindi oscenamente snob, ti posso dire che i libri di Fleming fanno pena. Sono anche abominevolmente sessisti riletti oggi, ma, ripeto, tra librai il punto è un altro: citando Wilde, sono libri peggio che immorali. Sono scritti male :-)

      Chiudo con un pensiero ad una mia collega e al suo leggendario "Se oggi vendo ancora una copia di quel libro, giuro che cambio sesso". Che libro fosse, penso si capisca ;-)

      Elimina
    2. Dimenticato un pezzo: "frivola e culturalmente bassa" è E. L. James: il punto non è "il porno", il punto è che proprio scrive in maniera frivola e culturalmente bassa. La collega che citavo mi ha fatto scoprire (oltre che la Vargas e tante altre) anche Anaïs Nin.


      Diceva poggy: "E nella mia esperienza, molte donne leggeranno pure robaccia, ma molti uomini semplicemente non leggono" Verissimo. E quindi?

      Elimina
    3. Si, Elena, sei prorprio una precisina della funGia (qui in sicilia si usa funcia). E anche complessata visto che insisti con la tua tesi. Dì quello che vuoi ma l'apprendista è una persona a modo che non merita ilazioni di questo tipo, visto il suo impegno a diffondere la cultura.
      Ora vatti a vedere uno spettacolo di Bill Hicks...

      Elimina
  20. I poveri liguri che sono stati discriminati per secoli e continuano a essere discriminati per ... Il mio problema non è solo la critica a E L James, è il fatto che la vignetta si intitoli "lo sviluppo intellettuale delle donne".
    Poi lo so che 50 shades è scritto male, è una fan fiction pornazzara di twilight pubblicata inizialmente su internet, e che probabilmente, prima della stampa, non è manco stata guardata da un editor. La sintassi delle frasi in inglese è allucinante (non so se nella traduzione risulta almeno scorrevole), la protagonista ha un lessico limitatissimo (la narrazione è intercalata unicamente dai suoi "oh my god!"), e dopo aver subito il tormento di 40 pagine in cui non succede assolutamente NULLA le scene di sesso sono soporifere (ovviamente non c'è tanto in più da vedere, mi sono fermata alla 41esima pagina).
    Ora posso prendere con autoironia le prese per il culo che derivano dal fatto di essermi andata a cercare questo libro infame su internet solo per leggermi le scene zozze (e comunque rimane costante nella mia testa il pensiero che un libro altrettanto brutto sia nello stile che nei contenuti, dedicato a un pubblico maschile, non sia mai stato criticato altrettanto aspramente). Il titolo della vignetta invece continua a seccarmi un po'.
    Il fatto che se ne vendano cosi tante copie poi credo sia semplicemente legato al fatto che mentre una donna difficilmente esce da un sexy shop con un libro erotico in mano, può uscire "quasi a testa alta" dalla feltrinelli con una copia di 50 shades, e magari ci mette su pure una sovracoperta diversa e se lo legge in autobus.
    Poi sul fatto che " non stiamo su "Società oggi", ma sull'"Apprendista Libraio" ", se gli secca giuro che la smetto.
    All'anonima che vuole prenderlo in prestito in biblioteca poi dico NO! Ma lo sai che la gente li legge, poi si tocca, poi tocca il libro, essù dai!

    RispondiElimina
  21. Cara Elena Del...
    "...sono sempre i prodotti scadenti indirizzati alle donne a essere ridicolizzati cosi ferocemente, quando esistono dei prodotti altrettanto scadenti indirizzati al pubblico maschile, che vengono degnati appena di un'occhiata". Per 20 anni non ho potuto ammettere di ridere sui film di Alvaro Vitali e Lino Banfi, altrimenti sarei stato "ridicolizzato ferocemente". Poi quei film sono stati "sdoganati". Quindi, chi lo sa, magari tra 20 anni potrai tranquillamente ammettere di essere un'appassionata lettrice delle 50 sfumature!

    RispondiElimina
  22. E comunque non e' vero che gli uomini non leggono. La Gazzetta dello Sport che sta sul bancone dei gelati e' sempre molto consumata.

    RispondiElimina
  23. Che barba sto vetero-femminismo!!! Non se ne può più! Pure sul fatto che tra i dieci saggi di Napolitano non ci siano donne ci son stati mugugni... Che maroni!!!
    Solo pensare che Stefano (come Napolitano) sia misogino significa anteporre una visione ideologica (seppur condivisibile) alla realtà. Fatevi serene una risata su una vignetta buffa postata da una persona che scrive e condivide pensieri lontanissimi dalla misoginia! Leggete i suoi libri...
    Mica potete essere sempre incazzose e sul piede di guerra! Capisco che ci sia molto da combattere, ma senza perdere l'ironia oppure siamo tutti fritti.
    Io son gay, ma apprezzo anche le battute sulla categoria, mica vedo sempre e solo omofobia ovunque. E ora scatenatevi, su.
    Gian

    RispondiElimina
  24. ... ok, dopo i commenti mi sono intristita. Voglio altra cioccolata pasquale. Madonna, quanto è deludente l'umanità. Pure qui, cazzo, pure qui.

    RispondiElimina
  25. Comunque l'autore del Post ha semplicemente usato la parole "molte" parlando esclusivamente delle sue clienti, non ha esteso il suo commento a tutte le donne del globo.
    Mi sembrano tutte prese di posizione abbastanza fuori contesto, fermo restando che ognuno debba leggere qualsiasi cosa senza essere tacciato di ignorante o di qualsiasi altro epiteto passa il convento.
    Esiste anche la lettura disimpegnata e d'evasione dopotutto.
    Io adoro la letteratura Horror, Fantasy e Gotica però ogni tanto mi va anche di sciropparmi la Gazzetta Dello Sport e non ci vedo nulla di male in questo indipendentemente da ciò che può pensare la gente.
    Quindi leggete pure Fabio Volo, la Mayer o chi cavolo vi pare a voi fregandovene di ciò che pensa la gente, l'importante è leggere dopotutto. ;-)

    RispondiElimina
  26. Bene. Dopo questa, tanti saluti anche a questo blog.

    RispondiElimina
  27. Tranquillo resta pure, non volevo attentare alla cultura, giuro che non entro e commento più e vado a leggermi Poe, Lovecraft, Bradbury, Tolkien e Gaiman almeno mi diverto di più e non devo essere preso per i fondelli da uno che manco si firma.
    Distinti saluti.;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti controllare che il messaggio sotto al tuo sia diretto a te o meno, la prossima volta, a scapito di figure di merda, considerando che non parlavo con te.

      Elimina
  28. Ho dovuto googlare "No Logo", sto finendo "La signora Dalloway" e non ho ancora trent'anni.
    Però se fra dieci mi vedete con una copia di 50 sfumature siete autorizzati a usarli per una grigliata (di cui non mangerò nulla per punizione).

    Detto questo... a me la vignetta ha fatto ridere.
    Per quanto il discorso su James Bond sia condivisibile, non è questo il luogo, no?

    Cioè, eddai, è una battuta... una vignetta umoristica...
    Intitolarla "Cose che solo certe donne dai gusti letterari molto discutibili leggono durante gli anni della loro vita e sia chiaro che non c'è generalizzazione misogina coinvolta nell'intento di questa vignetta" non sarebbe stato molto divertente!

    Infine, ancora due cose che sta sera son logorroica: il "porno femminile" già esisteva ai tempi degli Harmony rossi e di Harold Robbins e di chissà quanti altri (ah, ultimo scaffale coi libri ricoperti di carta anonima!).

    E poi ok, la misoginia deve sparire, però "finché certe donne si comporteranno da zerbini, tutte le altre ne pagheranno le conseguenze".

    RispondiElimina
  29. Di solito mi piace questo blog ed è una grossa delusione vedere questo post.

    RispondiElimina
  30. Se prendiamo come esempio mia madre, è vero.
    Insomma, lei non è stupida. Mia madre legge tantissimo, si è divorata un sacco di libri, spaziando dai generi più strani. Ha una cultura da fare invidia.
    Ma da qualche anno ormai legge libri sui vampiri stile Twilight @_@ pur consapevole che sono scritti da cani. Ha pure iniziato ad ascoltare musica metal (Nightwish in particolar modo...) e gioca a Guild Wars 2 dopo il lavoro.

    A volte mi sembra di essere più adulta io di lei XD

    Ma non prendiamo questa vignetta in modo negativo gente! Io la interpreto in modo diverso..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho riso! E leggo la Meyer, ho letto anche le 50 sfumature, poi a dire il vero ho letto anche guerra e pace e molto altro...leggo di tutto. E rido pure... sarà mica grave??

      Elimina