sabato 20 ottobre 2012

Davanti all'ingresso

Cliente: "Giovanotto, è mezz'ora che aspetto."

Io: "Dio, sono così in ritardo?" (Controllo l'orario sul telefono). "Ah no, sono le nove e venti. Signora, la libreria apre alle nove e mezza."

Cliente: "E io che ne so, non è scritto da nessuna parte."

Io: "Guardi, è scritto qui." (Indico l'adesivo "Orario d'apertura 9:30-13:00 16:30-20:00").

Cliente: "Be', non l'avevo visto."

Io: "Può darsi. Effettivamente è un po' difficile da distinguere perché si confonde con lo sfondo, e perché..."

Cliente (sospira): "Ma sì, restiamo tutta la mattina qua fuori, che problema c'è?"

11 commenti:

  1. quanto detesto la maleducazione di certa gente...questo è proprio un classico della mancanza di rispetto e del torto marcio!

    elisa

    RispondiElimina
  2. In casi come questi un bel vaffa ci sta tutto! E che diamine! E comunque, per dispetto, visto che eri dieci minuti in anticipo, io al posto tuo sarei andata a prendermi un caffè lasciandola là fuori un altro po'. E poi dicci, che libri ha comprato? Ha comprato almeno? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doveva ritirare un libro che aveva ordinato.

      Elimina
    2. ... come minimo, glielo avrei consegnato senza pagine...
      AHAHAHAHAHAH

      Ciao e complimenti per il blog!
      :)

      Barbara

      Elimina

  3. E uno si chiede: se è così nervosa alle nove del mattino, alla fine della giornata come sarà?

    Adri

    RispondiElimina
  4. Spero per te che tu abbia fatto come ha detto Biancaneve! :D

    -Y

    RispondiElimina
  5. Ecco, noi abbiamo cominciato ad aprire in orario, cioe' non in anticipo. Per via che al uni si sono ancati a lamentare che non rispettiamo gli orari e ci hianno fatto un'ispezione. Cosi' adesso non apriamo piu' in anticipo e non chiudiamo piu' in ritardo. Perfetto!!!

    RispondiElimina