domenica 15 luglio 2012

Quell'aggeggio

Cliente: "Scusa, un'informazione: sai dove posso comprare quell'aggeggio... Hai presente, quello che fa (urlando:) BLAM BA-BLAM BLA-BLA-BLAM BLAM BA-BA-BA-BLAM BLANG BLENG... Capito?"

Io: "..."

Cliente: "Dài! Sei pure siciliano! Quell'affare che te lo ficchi in bocca e BLAM BI-BLAM BLA-BLE-BLAM BLAM BA-BU-BA-BLAM BLANG BLENG."

Io: "Ehm, lo scacciapensieri?"

Cliente (schiocca le dita): "Bravo! Dove le vendono quelle trappole?"

15 commenti:

  1. Glielo avrai mica indicato?! Uno così non deve avere accesso a risorse che potenzialmente ne incrementino il già rilevante tasso di fastidiosità, MAI!!!

    RispondiElimina
  2. Quoto Jona. Quanta pazienza!...

    RispondiElimina
  3. Ma non ci vuole il porto d'arma per quella roba?

    la cronaca riporta innumerevoli casi di turisti con lingue mozzate coi quegli aggeggi! :D

    RispondiElimina
  4. BLAM BA-BLAM BLA-BLA-BLAM BLAM BA-BA-BA-BLAM BLA NG BLENG... sembra una roba futurista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. più che altro sembra poesia Vogon. Lulù

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. :-) è sempre piacevole passare di qui !

    RispondiElimina
  7. E dove chiedere di un "aggeggio" simile se non in libreria?

    RispondiElimina
  8. se quello aveva dei pensieri da scacciare io sono tuo padre

    RispondiElimina
  9. dovevi essere stronzo e rispondergli "u marranzanu".

    RispondiElimina
  10. "Quelle trappole"... ma era veneto eheheh?

    RispondiElimina
  11. ovviamente non in libraria eh..

    RispondiElimina
  12. Conoscerai sicuramente questo, no..?
    "Weird Things Customers Say in Bookshops"

    RispondiElimina