martedì 17 aprile 2012

Sensazioni

Cliente: "Non mi ricordo il titolo di un libro. Se ti racconto le sensazioni che mi ha suscitato, riesci a capire qual è?"

Io: "Ehm, no, non credo di..."

Cliente (sgranando gli occhi): "Felicità... Stupore.... Euforia... Curiosità."

Io: "..."

Cliente: "Niente?"

18 commenti:

  1. certo che il tuo lavoro ti dà la possibilità di vedere tutte le sfaccettature delle persone.
    dalla più sensibile al più deficente!!!
    sei fortunato...
    buon lavoro

    RispondiElimina
  2. Ma che gente c'è in giro?! Ahahah

    RispondiElimina
  3. E io che credevo, a volte, di fare richieste strane nella mia libreria di fiducia... tzè! Sono una principiante.

    RispondiElimina
  4. Quando vado in libreria evito di fare domande strane....alcuni superano se stessi! XD

    RispondiElimina
  5. Bellissima, questa scala poderosamente la classifica piazzandosi senz'altro sul podio!

    RispondiElimina
  6. Dimmi che lavori in un istituto psichiatrico. Ti prego.

    RispondiElimina
  7. Non ci credo :D

    Adri

    RispondiElimina
  8. ne avevo lette tante, quanto a indicazioni vaghe, ma questa le batte tutte!
    Giuliano

    RispondiElimina
  9. "Uccellini" di Anais Nin
    Oppure "La Principessa di Cleves"
    ...Teleny??

    isa

    RispondiElimina
  10. Probabilmente sarà l'ultimo libro di Fabio Volo.

    g.

    RispondiElimina
  11. Dovevi lavorare per esclusione, partendo dai bes seller. Ma tutta quella ridda di emozioni gliele ha suscitate il libro o solo il titolo?! Comunque è il caso di dotarsi di una di quelle macchine che usano negli interrogatori: colleghi il cliente e gli mostri una serie di titoli, mentre l'apparecchio registra le sue reazioni cerebrali su un monitor ed emette un bip quando il livello di eccitazione è quello giusto. L'ho visto in CSI: certo, lì lo usavano su un serial killer ma a volte per come si accaniscono sulla cultura non c'è molta differenza ...

    RispondiElimina
  12. Concordo con Giuliano, questa le batte tutte.

    RispondiElimina
  13. "Felicità... Stupore.... Euforia... Curiosità..." ...e una acuta forma di amnesia direi!
    Ma come si fa a non ricordarsi nulla del libro? Titolo, autore, trama... mah...

    RispondiElimina
  14. Ma se gli ridi in faccia si offendono ? Io riderei ... tantissimo ... senza ritegno ... si si , credo proprio che riderei rumorosamente !-__-'

    RispondiElimina
  15. Be', t'è andata bene. Poteva dirti: "Felicità, piuttosto che stupore, piuttosto che euforia, piuttosto che curiosità."

    RispondiElimina
  16. Un bravo libraio deve munirsi di schede del Test di Rorschach; che ne è della vera professionalità?
    Non pretenderai mica che un cliente possa ricordarsi ogni volta titolo-autore-trama di un libro che vuole comprare, vero?
    Uno ti dice che vuole un libro fatto di carta, dovrebbe essere sufficiente ad individuare immediatamente ciò di cui parla.
    tsè

    ;P

    RispondiElimina
  17. Aggiungi all'insegna anche Telepate, Mentalista e Medium se sei riuscito ad indovinare che libro cercasse XD
    Di fretta anche XD

    RispondiElimina
  18. Io avrei detto: "La Bibbia?". Buah buah buah buah!

    RispondiElimina