mercoledì 4 aprile 2012

Domande

Cliente (mostrandomi l'ultimo libro di Volo): "Mi scusi, questo com'è? Bello?"

Io: "Ne vendiamo parecchi."

Cliente: "Sì, ma com'è?"

Io: "Se non sbaglio dovrebbe essere in classifica."

Cliente: "Ok, ma lei che ne pensa? Lo consiglierebbe per un regalo?"

Io: "Ce lo chiedono in tanti, forse è il libro più richiesto negli ultimi mesi."

Cliente: "..."

Io: "..."

Cliente: "Per curiosità, risponde mai alle domande che le pongono?"

Io: "Non a quelle personali."

20 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. dì la verità, temevi che fabio volo venisse a sapere quello che pensi, eh. ;)

    RispondiElimina
  3. "NOOOOO FA SCHIFO!!!!!"

    la sincerità è una dote poco apprezzata dalla clientela. Chissà perchè se tu gli dicessi la verità probabilmente non l'avrebbe comprato...

    g.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "...se tu gli avessi detto la verità probabilmente non l'avrebbe comprato."

      a parlare di Volo smetto di usare un italiano corretto.

      g.

      Elimina
  4. Ah, ma allora esiste proprio una netiquette dei librai che vieta loro di esprimersi personalmente. :-D
    Qualche anno fa, incuriosita dal fenomeno "Twilight" sono andata nella libreria di fiducia ed ho chiesto al libraio di fiducia (che conosce perfettamente i miei gusti e dal quale mi sarei aspettata quindi una risposta sincera ed onesta) un suo parere personale in merito; beh, non ci crederai, ma mi ha dato più o meno le stesse identiche risposte che hai dato tu al tizio.
    Ho preso una sòla pazzesca (sòla=fregatura) perché poi l'ho comprato, ma in compenso ho imparato che quando un libraio dà quel tipo di risposte significa che forse sarebbe meglio spendere i propri soldi in altra maniera. :-D

    RispondiElimina
  5. io avrei detto "un tipo".....

    RispondiElimina
  6. Tipo che era più eloquente tutto quello che hai detto di quello che avresti potuto dire se ulteriormente interpellato. LoL (e comunque quello ha uno spirito d'osservazione stile cucchiaino, ma dai, cazzo!)

    RispondiElimina
  7. anche io faccio così... purtroppo non si può dire chiaro a tondo a un cliente che un libro fa schifo :D

    RispondiElimina
  8. Se gli avessi detto che non l'hai letto (o magari l'hai letto e potevi parlare con cognizione di causa?), ti avrebbe chiesto se leggi mai qualcuno dei libri che tenete in negozio.

    RispondiElimina
  9. Vendo un altro prodotto e quando mi viene chiesto un parere, come nel tuo caso, non rispondo, lascio passare qualche istante e passo all'attacco: "Lo compri?" Se sì non dirò nulla se no: "Fa schifo!".

    RispondiElimina
  10. o anche, io me ne esco così "è un genere che deve piacere....se ti piace (e nomino il genere)....", argomentando finchè non capisco se hanno preso una decisione o meno, tipo quando a scuola non conosci la risposta ad una domanda e parti dalle guerre puniche per far capire invece che sei preparata ;)

    RispondiElimina
  11. Mi capita spesso di rispondere: "Beh, è un libro che si legge velocemente..." Sottolineare al cliente medio che l'impiego di tempo necessario è minimo lo rassicura.

    RispondiElimina
  12. Direi che era davvero difficile rispondere.

    E.

    RispondiElimina
  13. il mio libraio è uno sfacciato e conosce i suoi clienti. Se putacaso gli facessi io questa domanda mi sorriderebbe dicendo: lo vendiamo molto, ma non lo vedo adatto a lei.

    RispondiElimina
  14. Anch'io glisso in quel modo!
    Sono momenti imbarazzanti perchè amerei dire ciò che veramente penso e, invece, mi ritrovo a dare risposte vaghe e raffazzonate.
    Essere un libraio è frustrante oggigiorno!! ^ ^
    Hold on!
    B

    RispondiElimina
  15. Ahahah questo, per me, è il migliore episodio di sempre!
    Sarà che un po' mi ci sono riconosciuta...

    - "A me piace questo tipo di bungalow qui..."
    - "Sì, è piuttosto carino, ma se vuole le faccio un'offerta per quest'altro che è molto più grande, più nuovo, comodo, ha più servizi compresi nel prezzo..."
    - "Se vuole, ok, ma a me piace di più questo tipo qui..."
    - "Guardi che in quello l'aria condizionata non c'è."
    - "Sì ma non fa niente, a giugno mica farà così caldo?"
    - "E poi ha un soggiorno piccolissimo, ingombrato dai due letti!"
    - "Evabè, ci stringiamo."
    - "Inoltre, le faccio notare che il servizio spiaggia non è compreso nel prezzo, insomma ne vale la pena per 5 euro in meno al giorno?"
    - "Senta ma perché non mi vuole affittare quello che piace a me?"

    ... Perché fa cacare, e se te lo affittassi te ne accorgeresti anche tu e mi romperesti l'anima per spostarti a tutti i costi in quello che ti sto per l'appunto proponendo in alternativa.

    RispondiElimina
  16. Io parlo da povera lettrice........e apprezzo chi mi dice la sua, perchè si parla di gusti, è chiaro che consideriamo il fatto che è solo un'opinione personale e che anche i librai hanno gusti soggettivi e sono persone!E' giustissimo e nobile che non vogliate fare un torto a nessuno x esprimervi, ma si intuisce lo stesso dalla risposta vaga che quel libro fa schifo!;-)Giusto mi chiedevo se Le luci nelle case degli altri fosse interessante.......:-)

    RispondiElimina
  17. Un po' come l'agente di viaggio che ci vendette un last minute di una settimana per la Grecia dopo estenuanti ricerche nel suo database (non c'era rimasto quasi più nulla). Trovata l'offerta, noi confermammo la scelta e ci sentimmo a posto. Ma lui continuò per minuti interi a dire. "Aspettate che continuo comunque a guardare se c'è altro, un attimo...sembra di no, ma io cerco lo stesso eh...lotto per voi, datemi ancora dieci minuti." Alla fine gli dicemmo di arrendersi, basta così che noi siamo a posto, grazie però per l'impegno. Arrivati là capimmo subito che sarebbe valsa la pena di farlo cercare ancora un poco. Certe volte si farebbe meglio a leggere tra le righe!

    RispondiElimina