venerdì 18 febbraio 2011

Questa la dicevo all'inizio

Cliente: "Mi consiglia un libro da regalare? Consideri che vorrei spendere sui cento euro."

Io: "Ok, ha due possibilità. O prende uno di quei volumi da salotto là in alto."

Cliente: "A-ha. Oppure?"

Io: "Oppure cinque romanzi da venti euro."

12 commenti:

  1. Alla fine di solito che scelgono?
    (Temo di saperlo...)

    RispondiElimina
  2. Sempre meglio che venti romanzi da 5 euro...
    (immaginati riceverli!!)

    RispondiElimina
  3. Oppure - per andare sul sicuro - un bel dizionario di latino

    RispondiElimina
  4. I libri da salotto, il male, i SUV dell’editoria, che a volte però possono quasi salvare la vita ;P
    Va beh la smetto con le citazioni più o meno corrette, è che un po’ quella rubrica mi manca (un po’ tanto direi).

    RispondiElimina
  5. Ed io che ancora credevo che i libri si regalassero per "trasmettere" emozioni e che il loro valore non fosse calcolabile economicamente... eh... povera illusa...
    Voglio dire, a me farebbe più piacere ricevere un romanzo che mi piace anche in edizione supereconomica piuttosto che un librone illustrato, con rilegatura prestigiosa ecc. ma scelto tanto per...
    Sarà che uno dei miei sogni è quello di aprire una libreria tutta mia, sarà che penso che mi divertirei un sacco con le assurde richieste dei clienti, comunque sia leggo sempre il tuo blog con molto piacere, riesci a farmi davvero sorridere ;-)

    RispondiElimina
  6. Wow, nota di merito a latteaigomiti per la memoria.. Grande.

    s

    RispondiElimina
  7. Che tristezza, anch'io pensavo che un libro si regalasse con il cuore e conoscendo i gusti di chi lo riceve!
    Un saluto Tiziana

    RispondiElimina
  8. Beh, sempre meglio che comprarli a peso.
    http://www.booksblog.it/post/5217/in-occasione-del-g8-allaquila-berlusconi-regala-ai-grandi-della-terra-un-libro-di-25-chili

    RispondiElimina
  9. @Sere: oppure al centimetro... anni fa, in un supermercato della catena SB in provincia di Como, invece dei classici cestoni dei libri in offerta trovai il "Librometro": più centimetri raggiungevi con meno libri, maggiore era lo sconto applicato.
    Inutile dire che, a conti fatti, la percentuale di sconto rimaneva invariata scegliendo un numero maggiore di libri più piccoli che, di solito, hanno il prezzo di copertina più basso.
    Inutile anche dire che non sempre un libro con millecinquecento pagine vale più di uno con sole seicento...

    RispondiElimina
  10. Pensa che a me in gelateria una signora chiese una vaschetta da asporto per cinque persone; "Gusti?" "Fai tu, basta che siano tutti bianchi". O_O

    RispondiElimina