mercoledì 19 gennaio 2011

Una cosa mai vista

Autore locale: "Salve, sareste interessati a vendere il mio libro? Consideri che è una cosa particolare, forse mai vista nel panorama editoriale italiano."

Io: "Di che si tratta?"

Autore locale: "Guardi qui. A prima vista sembra un libro normale, no? La differenza sta nel fatto che non contiene un'unica vicenda dall'inizio alla fine, ma tante piccole storie -- io li chiamo racconti -- riunite nello stesso volume. Che ne dice? Scommetto che è la prima volta che vede una cosa del genere."

26 commenti:

  1. "Io li chiamo racconti" cavolo che originalità!
    Esistono tantissime raccolte di racconti scritti da autori italiani, mi sa che non si è informato bene il tipo! Ahahah.

    RispondiElimina
  2. Oh, beati voi che avete queste innovazioni qui! Io non ci avrei mai pensato! ;-)

    RispondiElimina
  3. ? ma non è che viene da marte?????

    RispondiElimina
  4. L'anno prossimo vi proporrà un libro che ha pochissimo testo e tante immagini, in cui i personaggi parlano attraverso delle nuvolette che pendono sopra le loro teste. Geniale!

    RispondiElimina
  5. Secondo me questa storia è inventata... è impossibile che sia vera dai! :-)

    RispondiElimina
  6. racconti...racconti...no anche io non lo avevo mai sentito prima...forse novelle...ma racconti mai

    RispondiElimina
  7. senti la scriviamo la fenomenologia dell'autore locale?

    RispondiElimina
  8. C'era la candid camera, dai!

    RispondiElimina
  9. Magari ha pure avuto il lampo di genio di mettere, come sottotitolo, "Raccolta di racconti"?
    ...rabbrividisco al pensiero di quale possa essere il titolo e, soprattutto, il contenuto dei racconti.
    O meglio: lo stile.

    RispondiElimina
  10. AhAHAA si si MAI vista prima !!!

    RispondiElimina
  11. Complimenti per il blog, mi sono già fatta di quelle risate!

    RispondiElimina
  12. Sarà stato edito da mondadori....*_*

    RispondiElimina
  13. Mi sono fermata a curiosare con una tazza di thè fumante.
    Dopo una giornata di lavoro mi hai fatto ridere moltissimo.
    Un solo pensiero a tazza vuota.
    Dio mio grazie.. di aver creato il genere umano Alleluja!.:-)
    Grazie anche a te:-)

    RispondiElimina
  14. geniale!! :D

    bello il tuo blog, passa da me se ti va! siamo colleghi e abbiamo anche lo stesso template :P

    RispondiElimina
  15. Secondo me questo legge il blog ed è venuto a farti uno scherzo...

    Zil

    RispondiElimina
  16. daje, ste',
    non è vero, non è potuto succedere.

    RispondiElimina
  17. E invece sì. Anzi, l'ho pure addolcita. Quella vera era troppo inverosimile.. :)

    s

    RispondiElimina
  18. Non ci credo manco se lo vedo coi miei occhi.

    RispondiElimina
  19. Io gli avrei gettato in fronte la raccolta dei racconti di Buzzati1 -.-

    RispondiElimina
  20. Eh gli autori che non leggono...

    RispondiElimina
  21. certe volte, davvero, mi risulta difficile crederci... nessuno ci sta prendendo in giro? :o)
    ma d'altra parte, c'è anche chi manco sa che esistono le biblioteche:
    http://www.e-forwards.com/wp-content/uploads/2009/12/video-rental-for-books1.png

    RispondiElimina