lunedì 10 gennaio 2011

Capita più spesso di quanto uno possa immaginare

Cliente: "Avete L'uomo che sussurrava ai cavalli di Nicholas Evans?"

Io: "Vediamo... sì, eccolo."

Cliente (rigirandosi il libro fra le mani): "Sicuro che è questo?"

Io: "Sssì, vede? C'è anche scritto."

Cliente: "Quello della mia amica è diverso."

Io: "Avrà un'altra edizione."

Cliente: "Mmmmh, non so.... Oppure può darsi che questo Evans ha intitolato allo stesso modo due libri diversi, no?"

Io: "..."

Cliente: "Sa che faccio? M'informo e caso mai ritorno."

Io: "Sì, meglio essere sicuri."

10 commenti:

  1. Magari uno è un live...

    RispondiElimina
  2. figuriamoci se lo stesso scrittore ha intitolato allo stesso modo due libri diversi
    magari però c'è un altro scrittore che si chiama nicholas evans e anche lui ha scritto un libro intitolato allo stesso modo

    RispondiElimina
  3. E il titolo di paranoico dell'anno va a....
    *_*

    RispondiElimina
  4. Credo sia la tecnica adottata dai furbastri quando scoprono che il prezzo del libro non è sostenibile per le loro tasche, ergo, fanno finta di dire che non "è il libro giusto".

    RispondiElimina
  5. Oppure Nicholas Evans è il titolo del libro, scritto da L'uomo che sussurrava ai cavalli che è il nome completo dell'autore.

    RispondiElimina
  6. Le persone sono sempre più ignoranti e anormali...prepariamoci definitivamente all'era della "morta cultura"

    RispondiElimina
  7. hahahah... ce lo dicevamo domenica,e manco il tempo, un altro caso di due libri con il titolo uguale.
    geeeeeeeeeeeeeeeesh.

    RispondiElimina
  8. Io ho "Mastering rebreather" e "Understanding rebreather" e sono lo stesso libro. Bella fregatura.

    RispondiElimina