venerdì 12 agosto 2016

Potter

(Grazie a Elvira.)

CLIENTE: "Mi scusi, ha presente Harry Potter?"

LIBRAIA: "Certo."

CLIENTE: "Che lei sappia, esistono anche i libri?"

6 commenti:

  1. Non è così grave, a mio avviso. Harry Potter è cultura popolare.
    Più grave non conoscere i classici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io direi che ora come ora Harry Potter è entrato di diritto nel novero dei classici della letteratura per ragazzi... Non lo definirei"cultura popolare", questa è una definizione che sulla scorta di Spinazzola riservo ad autori come Moccia o Fabio Volo... Il "fenomeno Harry Potter" va ben oltre,è la saga di un'intera generazione...e non sapere che esistono i libri è grave tanto quanto non sapere chi ha scritto la Recherche o " La montagna incantata" ...

      Elimina
    2. Hera
      Harry Potter entra di diritto tra i classici.

      Elimina
    3. Harry Potter è entrato di fatto nella cultura, nel linguaggio, nei riferimenti culturali e nell'immaginario collettivo di tutti i paesi del mondo e di almeno due generazioni. dubito sarà dimenticato tra 50 anni. E' un classico.

      Elimina
  2. E adesso che è uscito il nuovo libro in lingua originale -Harry Potter and the Cursed Child- e prossimamente uscirà in italiano, chissà che ridere...

    RispondiElimina