venerdì 11 marzo 2016

Da Roma

(Grazie a Marco C.)

«Buongiorno, cercavo biglietti d'auguri per carcerati. Qualcosa tipo “Ti auguro di uscire presto” eccetera. Ne vendete?»

4 commenti:

  1. Hera
    "Ti auguro di uscire presto", per me, è già una grande presa in giro.
    Una normalissima lettera, no, eh?

    RispondiElimina
  2. Magari intendeva con lima incorporata...

    RispondiElimina
  3. ... e comunque potevi suggere di regalare delle letture... "di evasione"!

    RispondiElimina
  4. In effetti è una nicchia di mercato poco sfruttata.

    RispondiElimina