domenica 11 agosto 2013

Saluti da Budapest (contributo)



Inserzione pubblicitaria per l'edizione ungherese di Il giorno in più sulla rivista femminile "Nők lapja" (avvistata anche sulla metropolitana di Budapest).

Tradotto: "l'equivalente maschile del Diario di Bridget Jones".

(Grazie a M.)

8 commenti:

  1. Il paragone è perfino troppo gentile....

    RispondiElimina
  2. Come si fa a paragonarlo a quella merda di Bridget Jones??? :((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perche' entrambi sono utili, al massimo, per produrre compost appena appena decente?
      Tipo quello che si usa per le piante piazzate in mezzo alle rotatorie...

      Elimina
    2. Ti credi figa, eh? Sarai una di quelle puttanelle che si comprano "50 sfumatore di noia", buono solo per pulirsi il culo. Mi spice per Fabio, i suoi libri sono perle ai porci come te.

      Elimina
    3. Mio Dio Katy, stai calma! Che poi è la verità, i libri di Volo sono un meraviglioso mix di grammatica non pervenuta, citazioni di biscotti della fortuna e compiacimento per la propria ignoranza, insieme a una gradevole dose di "ma sì, restiamo cazzoni per sempre, fin oltre i quarant'anni". A questo punto sì, meglio Bridget Jones, che era più leggera e autoironica. Solo chi ha la cultura letteraria di Peppa Pig può pensare che i libri di Volo siano buoni. E non c'era nessun bisogno di insultare. Anche se mi fa ridere che una fan di Volo se la prenda con una fan della James, dato che il target è più o meno lo stesso. Anzi, magari i traduttori della James conoscono la grammatica.

      Elimina
    4. Un'altra che solo perchè ha fatto il classico (con non più di 6 1/2 in lettere) si eleva a somma critica e pensa di poter pontificare sul lavoro altrui. Quando avrai scritto i libri di Fabio, col suo successo, ne riparleremo...

      Elimina
    5. Premessa: in Italia pubblica, e vende, perfino la Marini, quindi il successo di vendita non è diretto indicatore del fatto che uno sappia scrivere...
      IMHO Volo e la Fielding (autrice del diario di cui sopra) scrivono libri per chi è giusto un gradino sopra l'analfabetismo funzionale, solo che la Fielding beneficia di traduttori che conoscono l'italiano e la sua sintassi, Volo a quanto pare no.
      P.s. Fare commenti così sgradevoli verso una persona della quale non conosci nulla, cara Katy, ti pone di diritto tra (inizio citazione) quelle puttanelle che si comprano "50 sfumatore di noia" (fine citazione) che tanto detesti.
      P.P.s. @Chiara: spero si sia capito che non sono una fan della Fielding e del suo diario ;-)
      Saluti

      Elimina
  3. @Chiara: Sono buona anche io a scrivere in anonimo per darmi ragione...bah...

    RispondiElimina