domenica 18 novembre 2012

Hunger-Games

Cliente: "Salve, volevo sapere se avete qualcosa di questo autore."

(La cliente mi passa un biglietto con su scritto "HUNGER-GAMES".)

Io: "Ok, questo è il titolo di un romanzo, non il nome di un autore."

Cliente (sospira): "Certo che è il nome di un autore. Mio cugino mi ha detto che ne ha già due e voleva il terzo."

Io: "Perché è una serie di romanzi… Vabbè, fa niente, se vuole ce li abbiamo tutti."

Cliente: "Non saprei…" (Controlla di nuovo il foglietto.) "Di un autore che si chiama così non avete niente?"

Io: "No."

Cliente: "Hai provato a mettere anche il trattino?"

32 commenti:

  1. Effettivamente è il trattino a fare la differenza...

    RispondiElimina
  2. Questo è il classico cliente che tonferei

    RispondiElimina
  3. Ma riesci realmente a rimanere serio quando ti fanno richieste di questo genere? Ammettilo che ti chiudi in magazzino/bagno/ripostiglio e ridi per mezz'ora ogni volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con gli anni ho affinato l'arte di ridere sotto i baffi.

      Elimina
  4. Io non riuscirei a stare neanche un secondo seria...Un applauso al tuo autocontrollo!

    RispondiElimina
  5. Questa è la dimostrazione lampante di quale sia il tasso medio di intelligenza della gente che legge sto tipo di libri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figo! Ho appena scoperto di essere demente perché ho letto la trilogia di Hunger games e mi è piaciuta.

      Elimina
    2. Sì, poi se vogliamo essere precisi "sto tipo di libri" si chiamerebbe distopico... vorrei sapere piuttosto quale sia il tasso medio d'intelligenza della gente che parla con spregio di un romanzo di un simile.

      Elimina
    3. Ti ricordo che "questo tipo di libri" (romanzo distopico) comprende diverse opere di Orwell, H. G. Wells, Philip K. Dick... non proprio degli scribacchini.

      Elimina
  6. io non ho letto il libro, ma ho visto il film e l'ho trovato appassionante. ho anche pensato che il libro potrebbe essere anche meglio. l'errore è che l'intelligenza scarsa non è in chi il libro l'ha letto, ma in chi non l'ha letto, ma non ha visto neppure un telegiornale, dato che nelle cronache di spettacoli se n'è parlato tanto, e ha persino sospirato con sufficienza e arroganza di fronte al libraio che in realtà cercava solo di dare quello che gli veniva chiesto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro è DECISAMENTE meglio, fidati ;)

      Nel film saltano parecchi passaggi fondamentali o li cambiano radicalmente.

      In più, nel film vengono mostrate scene che nel primo libro si possono solo vagamente intuire, e che verranno confermate solo nel secondo.

      Elimina
    2. mi era già venuta la curiosità di leggerlo (lo faccio sempre, essendo un'appassionata di cinema), in fondo la maggior parte delle volte i libri sono meglio del film realizzato dopo. e dato che il film mi è piaciuto, spero di prendere al più presto almeno il primo libro per cominciare.

      Elimina
  7. Mi verrebbero istinti parecchio ma parecchio violenti.

    RispondiElimina
  8. Aaaahhh, c'è il trattino!E dillo prima...!

    RispondiElimina
  9. oggi mi aggiravo nella zona libri di mediaword insieme a mio padre (che non legge) ma che sembrava interessato. e mi consigliava dei libri...peccato lo facesse solo in base alla copertina... -.-'
    (meno male che i libri me li compro da sola..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dire che c'è pure un proverbio in merito...

      Elimina
  10. Ma perché la gente è ignorante e se glielo dici insiste pure??? :D
    Vabbè..

    RispondiElimina
  11. Ammiro la capacità di non dare del pirla a chiunque lo meriti almeno un poco.

    RispondiElimina
  12. Io sinceramente lo vorrei conoscere una persona che si chiama giochi della fame :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però occhio a invitarlo a cena ...

      Elimina
  13. Il mio nome è Games, Hunger Games.

    Beh dai suona bene!

    RispondiElimina
  14. Diciamo che sei come Emiliano Longobardi, che ha sul suo profilo Facebook una rubrica precedente alla tua, identica alla tua... cioè voi due ve le cercate. Il cliente spesso è ignorante e anche presuntuoso (come tutti gli ignoranti di razza), ma su tale ignoranza dei clienti voi ci marciate, invece di andare dritti al punto...

    RispondiElimina
  15. @Marco Pellitteri: Non ho capito dove vuoi andare a parare.

    RispondiElimina
  16. @Marco Pellitteri: lo puoi rispiegare in italiano?

    RispondiElimina
  17. Io vorrei vedere la tua faccia quando ti dicono queste cose...
    Il Moro

    RispondiElimina
  18. accidenti, Ste', questa è davvero pazzesca.
    hahaha...

    RispondiElimina
  19. dai ma se cercava il terzo era facile capire che voleva il terzo volume della trilogia ..

    RispondiElimina
  20. Sì va beh, ma questo significa essere decerebrati. Se uno ci ragiona anche solo un attimo, si rende conto che uno non può chiamarsi Hunger Games. Suvvia.

    RispondiElimina