martedì 31 agosto 2010

Sveglia

Nota: la libreria apre alle 9:30.

Cliente: "Giovanotto, sono le nove e trentuno. E' in ritardo."

Io: "Lo so, signora, non ho sentito la sveglia. Che cosa le serviva?"

Cliente: "Un pacchetto di Diana morbide e un Gratta&Vinci."

8 commenti:

  1. L'urgenza di certe esigenze - ahimé - non ammette ritardi.

    RispondiElimina
  2. Soprattutto considerato che non vendiamo né l'una né l'altra cosa..

    s

    RispondiElimina
  3. Sempre un po' a disagio31 agosto 2010 11:20

    Perdonami se questo non è un commento ma un aggiunta personale, ma la cosa più imbarazzante che mi hanno chiesto in negozio, lavoro pure io in una libreria, è un barattolo di cotton fioc. Complimenti per il blog. Ciao

    RispondiElimina
  4. Bellissimo, i cotton fioc a me ancora mai..

    s

    RispondiElimina
  5. Ohhhhhhhhhhhhhhh... ma non ci creeedooo!!! Ma la gente è proprio strana!!! ^__^

    RispondiElimina
  6. pensa che imbarazzo quando ti chiederanno i tampax!...succederà...succederà...vedrai

    RispondiElimina
  7. Speriamo di no..!

    s

    RispondiElimina
  8. a me chiedono: fotocopie, marche da bollo, giornali (e fin qui volendo ci siamo...) duplicato della carta di identità (???), stampate anche i libri?, ferri da stiro, computer, televisioni... duplicati di chiavi, orologi.
    vabè smetto.
    ah sì: nel reparto bambini ci sono anche merendine?

    RispondiElimina